Gomma da Masticare

Gomma da masticare, si o no?

  • 0/5
  • 0 ratings
0 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 0%

Sebbene la gomma da masticare non possa essere considerata un’alternativa a spazzolino, dentifricio e filo interdentale, masticare per massimo 10 minuti al giorno un chewing gum senza zucchero può aiutare a contrastare l’insorgenza delle carie. L’effetto è molteplice: da una parte aumenta la produzione di saliva che, contenendo lisozima, immunoglobuline e bicarbonati, neutralizza gli acidi prodotti dalla placca e rimuove i residui di alimenti, preservando così lo smalto dei denti e la loro pulizia, e dall’altra, grazie alla sua proprietà adesiva, il chewing gum è in grado di intrappolare un elevato numero di batteri. Le gomme da masticare senza zucchero non possono ritenersi gli equivalenti di una corretta igiene orale, ma il loro utilizzo può apportare comunque notevoli benefici.

 

 

 

Gomma da masticare: quale scegliere?

La prima distinzione da fare è tra chewing gum con e senza zucchero: le prime aumentano il rischio di carie, le seconde no. In realtà le gomme da masticare senza zucchero sono ugualmente dolci, ma contengono molecole quali xilitolo, sorbitolo e mannitolo, che i batteri non riescono a metabolizzare: in tal modo il chewing gum esercita soltanto un’azione meccanica e antibatterica. Lo xilitolo, in particolare, sembrerebbe avere il potere antimicrobico più elevato, tanto da poter essere consigliato come coadiuvante nei trattamenti di prevenzione della carie.

 

 

 

Svantaggi delle gomme da masticare

I massimi risultati antiplacca dei chewing gum senza zucchero si ottengono nei primi dieci minuti di masticazione, superato questo lasso temporale si rischia di ottenere l’effetto opposto a causa della perdita progressiva di adesività e il conseguente ritorno dei batteri precedentemente intrappolati nel cavo orale. Senza contare che masticazioni prolungate possono portare, col passare del tempo, a problemi alla mandibola e dolori articolari. L’atto masticatorio “ a vuoto” genera la produzione di acidi nello stomaco, causando possibili infiammazioni gastriche e intestinali. Le gomme da masticare sono da evitare se si porta un apparecchio ortodontico e se si soffre di cefalee e disordini cranio-mandibolari. Le gomme da masticare, quindi, possono aiutare nel mantenere in salute la bocca, ma non possono in nessun caso sostituire lo spazzolamento, da sempre la procedura più indicata per essere sicuri del proprio sorriso.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi